Chi siamo

  A seguito di una mostra temporanea, dedicata alle antiche attività industriali saronnesi, tenutasi nel 1996 nei locali delle ACLI di Saronno, nasce l'idea di fondare un'Associazione per la costituzione di un Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese.

Un nucleo di volontari del campo dell'industria e del lavoro, dopo aver sancito giuridicamente la nascita dell'Associazione, porta avanti il progetto con alacre laboriosità, raccogliendo attorno allo stesso altri soci volontari.

Il 25 Ottobre 1998 si aprono le prime sezioni del museo in uno storico capannone messo a disposizione dalle Ferrovie Nord Milano. Grazie alla concessione di ulteriori campate si raggiunge, in una prima fase, una superficie di 2000 mq, di cui 600 al coperto, inaugurata nel Dicembre 2003 e successivamente una superficie di 2200 mq di cui 800 al coperto, inaugurata nel Giugno 2005, permettendo di dare ospitalità a nuovi e significativi macchinari nel frattempo donati. L'ampliamento ha permesso peraltro di riorganizzare il criterio espositivo che è stato distinto per singole aziende. Un ulteriore passo è stato compiuto nel corso del 2007, ristrutturando la sala riunioni-convegni e dotandola di apparecchiature di video proiezione e di una nuova illuminazione che consentirà di meglio accogliere sulle pareti mostre di quadri e di fotografie.

 

Le finalità dell'Associazione che gestisce il Museo sono di ordine conservativo, didattico e di valorizzazione del patrimonio storico industriale, con attenzione anche alle attuali presenze produttive particolarmente innovative e qualificate.

La valorizzazione della storia industriale e la ricostruzione della paternità degli oggetti significano consapevolezza,  per ogni Azienda, del proprio ruolo in campo civile, sociale e culturale che va ben oltre al fatto strettamente economico e come tale parte integrante della storia e della vita del territorio.

Sul comprensorio saronnese, negli ultimi 150 anni, si sono sviluppati alcuni tra i più significativi episodi della vicenda produttiva lombarda. Conoscere le radici è uno spunto all'innovazione.

L'Associazione che gestisce il Museo ha ottenuto il riconoscimento di ONLUS e quello Regionale di " Raccolta Museale".

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente: Siena Arnaldo

Vicepresidente: Bonfiglio Silvio

Consiglieri in carica: Anselmi Anselmo, Caimi Armando, Galli Claudio, Lenzi Giulio, Lonardoni Dario, Marelli Ferruccio, Parma Piero.

Revisori: Croci Roberto, Parenti Luca, Zanlungo Edgardo

Economo: Marelli Ferruccio

Direzione: Misdea Maria

Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni ed è l'organo amministrativo e direttivo dell'Associzione Onlus.