Wundercart

 

Paolo Cartabia, costruttore di radio presso la Allocchio Bacchini di Milano, intorno al 1950 produce artigianalmente, in via Taverna a Saronno, con il marchio CART, radio che distribuisce sulle piazze di Milano e Torino. Nel 1956 fonda con Enrico Ceriani, ex dipendente della FIMI di Saronno, la Whundercart S.r.l. con sede in via Don Angelo Ramazzotti 33.

Nel 1958 appare sul mercato il marchio Wundercart di proprietà del solo Ceriani. L'azienda produce, oltre che con il proprio marchio, anche per Irradio, Novaradio, GBC.

Nel 1959 viene costruito un nuovo stabilimento, in via Cesare Miola 7, dove lavorano 90 dipendenti. Nel 1962 la Wundercart produce il 4% degli apparecchi radio per il mercato italiano ed esporta anche in Germania, Austria, Turchia e Sud America. Produce anche per il mercato statunitense con il marchio Lucor.

Nel 1963 arrivano le prime battute d'arresto dovute alle restrizioni che il governo impone nel settore degli elettrodomestici a causa della crisi nazionale. Nel Giugno del 1967, a causa della prolungata crisi nazionale, la Wundercart cessa la produzione.