FIMI - Phonola - Philips

Nata nel 1925 come "F.I.M.I.Saronno, industria elettro-meccanica", esordì agli inizi degli anni '30 nel settore radio con apparecchi spesso all'avanguardia sia tecnologica, sia nel design e con un marchio, Phonola, dedicato all'attività specifica. Per saggiare il mercato, con una tecnica di moderno "marketing", adottò, inizialmente, il marchio "Darlig".

Il periodo "autartico" imposto dal regime, obbligò l'azienda a rompere ogni indugio e questo contribuì allo sviluppo del marchio Phonola sul mercato.

L'azienda sopravvisse alle vicissitudini della Guerra e fu acquistata dalla Philips, nei primi anni '70.

Dal 1978 iniziò la produzione di monitor per PC.

E' tuttora attiva nel settore dei monitor ad alta definizione, sempre a Saronno, e fa parte del gruppo Formenti-Sèleco-Sim2 Multimedia.

La sezione del Museo riservata alla ditta Phonola FIMI, è stata recentemente restaurata ed organizzata dall'Ing. Bonfiglio in collaborazione economica con la ditta Philips (sponsor e fautrice culturale della memoria). Nella sala, si ripercorre l'evoluzione tecnologica della Società dagli anni '40 ad oggi. I prodotti presentati sono soltanto degli esempi delle tappe significative della storia della ditta FIMI. 

L'era degli apparecchi radio: sono esposti modelli radio d'epoca, quando la RAI era ancora chiamata EIAR (Ente Italiano Audizioni Radio) e nelle case italiane le radio Phonola erano l'unico mezzo di svago e di contatto con il mondo.

Arriva la televisione: siamo negli anni '50 e cominciano ad apparire in Italia i primi televisori. La Fimi è tra le prime aziende italiane a produrre - proprio a Saronno - questi nuovi apparecchi di comunicazione. E' l'epoca di "Lascia o Raddoppia", delle famiglie e del vicinato tutti raccolti attorno alla "magica" scatola catodica. I due televisori che sono esposti hanno fatto epoca; in particolare il TV girevole rivela un'originalità nel designer, senz'altro all'avanguardia per quei tempi (inizi degli anni ‘50). Non per niente lo stesso prodotto si trova al Museo Guggenheim di New York - U.S.A. e un modello similare è esposto alla Triennale di Milano.

Gli anni '80: l'Informatica si fa avanti e modifica il nostro modo di vivere. Nel 1978 la ditta FIMI inizia a sviluppare il suo primo monitor e il Cliente è il più grande costruttore di computer dell'epoca. Abbiamo voluto esporre due modelli; un esemplare di questi primi monitor prodotti da FIMI e il primo monitor con contenitore plastico, realizzato nel 1982, quando incominciavano ad apparire sul mercato i primi PC.  Oggi  Dal 1978 ad oggi la FIMI ha prodotto più di 2,5 milioni di monitor, fornendo i più grossi costruttori di PC e di workstation e distinguendosi nel mercato per la ricerca continua dell'innovazione tecnologica. Oggi la Società sta entrando in nuovi mercati, sempre nel settore informatico (monitor per applicazioni medicali, soluzioni di visualizzazione per l'informazione) Come esempio di questa nuova fase abbiamo esposto un monitor con lo schermo panoramico della nuova televisione ad alta definizione, utilizzato per la comunicazione al pubblico. Ricordiamo che più di 10 mila di questi monitor sono stati installati in parecchi aeroporti in tutto il mondo, compreso il nuovo Aeroporto di Malpensa.

Scarica l'elenco dei beni della Collezione FIMI - Phonola presenti al MILS.