Cotonificio Poss

 

Emilio Poss fonda, a Legnano nel 1885, un impianto di tessitura meccanica con 120 telai.

Nel 1893 apre a Saronno un altro stabilimento di tessitura.

Alessandro Poss, figlio del fondatore, crea nel 1904 un altro stabilimento di tessitura a Uboldo con 416 telai Northrop e, poco dopo, un impianto per la filatura di 10.000 fusi per assicurare il filo di trama. Nel 1908 è la volta di un nuovo impianto di filatura a Cesate con 14.000 fusi.

Nel 1925 il Cotonificio diviene una Società Anonima.

Nel 1927 vengono aggiornati gli impianti per tessitura di Saronno con 128 telai automatici Ruti.

L'azienda è sempre rivolta all'innovazione e all'evoluzione delle tecniche produttive.

Agli inizi del '900 inizia anche la produzione di speciali tele per pneumatici, utilizzate ad esempio dalla Pirelli. Poi sarà la volta del rayon, di tele per aerei (ad esempio quella per il volo Sesto Calende-Melbourne-Tokyo-Roma del comandante De Pinedo).

Durante la Prima Guerra Mondiale, il cotonificio utilizza nei suoi impianti la canapa.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la Poss, come tutti i cotonifici Europei, deve fronteggiare la concorrenza dei produttori del terzo mondo. Gli stabilimenti chiudono negli anni '60.